il sito della nostra avventura

Come vola il tempo

E’ gia’ passato un anno, siamo cresciuti, maturati

Riguardo le foto e mi vengono i lacrimoni… oggi sono in versione “mamma commossa”

 

17 and counting

ne abbiamo viste di cose insieme in questi 17 anni
siamo partiti pieni di speranze per la nostra avventura
e ogni giorno abbiamo avuto la forza di stare insieme
a volte sarebbe stato più facile lasciare che gli eventi prendessero il sopravvento
abbiamo resistito, trovando a volte l’aiuto che ci serviva.
abbiamo vissuto la gioia del successo, il dolore della perdita
abbiamo cambiato città, amici, abbiamo sfidato la fortuna
soprattutto abbiamo tenuto il cuore aperto e ci siamo sempre confrontati
uno sostegno per l’altro, uniti da un amore che è partito piccolo ed oggi è grande, immenso e vivo

oggi come quel giorno e come tutti i giorni della nostra vita insieme ti guardo e un caldo sorriso illumina il mio cuore, ti penso e sono avvolto da emozioni indescrivibili

Ti amo piccola stella

La mamma è gentile
la mamma è attenta
la mamma è dolce
la mamma è premurosa
la mamma ti coccola
la mamma ti sgrida
la mamma ti educa
la mamma ti aiuta a fare i compiti
la mamma ti vuole bene
la mamma è mite

MA NON TOCCATELE IL SUO CUCCIOLO

occhio in quel caso la mamma

SBRANA

Un’altra emozione

L’altro ieri è finita la scuola, come vola il tempo, mi sembra che l’anno sia letteralmente evaporato, e invece stamattina ti ho portato al tuo primo giorno di centro estivo.vederti crescere è un’esperienza fantastica, vedere come sei curioso di tutto, come ogni nuova impresa è una scoperta, è proprio vero, il mondo visto coi tuoi occhi ha dei colori bellissimi

numero 1

non riesco quasi a descriverlo.

non avrei mai immaginato che mi facesse così effetto

l’aiuto a vestirsi, indossare i pantaloni imbottiti, la maglietta con il numero che mostra fiero ai suoi compagni.  Un po’ di riscaldamento. Diluvia. Le ultime raccomandazioni. L’arbitro chiama per l’appello. Arriva il suo cognome e lui con un sorriso accecante dice il suo nome e poi Numero 1.

Il mio cuore quasi non regge all’emozione. Il mio piccolo debutta come portiere. Che responsabilità, che emozione, che bello !!!

E io sotto la pioggia battente, dietro la porta dispenso consigli, grandi parate e qualche goal preso. Alla fine merenda con gli amici e tutti felici. In macchina ripete sono stato bravo, sono stato bravo … un mantra speciale che sottolinea il suo desiderio di essere confortato.

Sei stato bravissimo … sei e sarai il numero 1 di papa’.

Cars

stasera stavo guardando Cars con mio figlio
che bel film, che bella storia. A mio figlio è piaciuto molto. E a me ha fatto pensare ad una persona …
Gli auguro ogni bene con il cuore.

“C’erano una volta due donne che non si erano mai conosciute.
Una, forse, non la ricordi.
L’altra la chiami mamma.
Due donne diverse,
create per plasmare la tua vita.
Una è diventata la tua stella guida,
l’altra è diventata il tuo sole.
La prima ti ha dato la vita,
la seconda ti ha insegnato a viverla.
La prima ti ha creato il bisogno di amare,
la seconda era lì per soddisfarlo.
Una ti ha dato la nazionalità,
l’altra ti ha dato un nome.
Una ti ha dato il seme della crescita,
l’altra ti ha dato uno scopo.
Una ti ha provocato emozioni,
l’altra ha calmato le tue paure.
Una ha visto il tuo primo sorriso,
l’altra ha asciugato le tue lacrime.
Una ti ha dato in adozione:
era tutto quello che poteva fare.
L’altra pregava per un bambino
e il Signore l’ha condotta a te.
E ora tu mi chiedi tra le lacrime la perenne domanda di tutti i tempi:
eredità o ambiente, da chi sono stato plasmato?
Da nessuno dei due, amore mio, da nessuno dei due,
solo da due diversi amori”.


(Madre Teresa di Calcutta)

grazie a chi me l’ha fatta leggere, è BELLISSIMA

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.